martedì 7 ottobre 2014

Recensione: "Di spada e di cuore" di Deborah Simmons

Titolo: Di spada e di cuore
Autore: Deborah Simmons
Edizione: Harlequin Mondadori
Collana: Special Saga
Data di uscita: 05/06/2013 (edicola)
                        15/05/2013 (shop)
Pagine: 683
Prezzo: 10,90€
Formato: Cartaceo (brossura)

Trama:
Inghilterra, XIII secolo - Figli del Conte di Campion, i nobili fratelli de Burgh sono ognuno alla ricerca della propria strada e della donna giusta da amare. Dunstan, soprannominato il Lupo del Wessex, deve riaccompagnare a casa una graziosa fanciulla sfuggita a uno zio avido e crudele. Lungo la strada, però, capisce di amarla e di non volerla perdere. Geoffrey è costretto al matrimonio per mettere fine all'annosa faida tra la sua famiglia e quella di Elene Fitzhug. Appena arriva al castello e la incontra, si rende conto che la situazione è peggiore di quanto avesse immaginato, perché la ragazza sembra una vera selvaggia. Ma spesso le apparenze ingannano! Simon invece, caduto in un'imboscata, scopre che il capo dei banditi che l'hanno catturato è una donna, e che non solo è coraggiosa e abile con le armi quanto un uomo, ma è anche bellissima. E a quel punto, ormai conquistato, non può che offrirle il proprio aiuto.
IL LUPO DEL WESSEX
LA GORGONE E IL CAVALIERE
BRIGANTI E CAVALIERI

RECENSIONE: (SPOILER)

IL LUPO DI WESSEX: VOTO 5/5
Sono rimasta sbalordita da questo primo libro della serie molto più di quando m aspettassi.
Marion mi è piaciuta per la sua caparbietà nel voler scappare allo zio ma anche per voler salvare gli altri. Mi è spiaciuto per ciò che ha subito per via dello zio.
Dunstan mi è piaciuto perchè non è il burbero che vuole apparire e sono morte dal ridere quando Marion gli è scappata tre volte da sotto il naso.
Ho trovato divertentissimo e anche molto intriganti tutti i De Burgh e non vedo l'ora di scoprire cosa gli capiterà.
Confesso che ritenevo responsabile dell'assalto degli uomini di Dunstan lo zio di Marion e non i Fitzhug con la complicità del vassallo di lui.
In conclusione mi è piaciuto da matti, molto romantico e anche divertente.


LA GORGONE E IL CAVALIERE: VOTO 3/5
Non mi è piaciuto tanto.
Elene non mi è piaciuta tanto, soprattutto all'inizio quando con il suo comportamento di vedere nemici on chiunque e dovunque mi sembra schizofrenica. Mi spiace per ciò che ha subito da bambina per via di suo padre.
Geoffrey mi è piaciuto perchè non si è mai arreso con sua moglie e non ha mai dubitato della sua innocenza.
Non avrei mai creduto che dietro tutto ci fosse il prete con il suo fanatismo religioso.
Trovo divertente che i De Burgh siano tutti terrorizzati dal matrimonio.
In conclusione è bello però il comportamento della protagonista non mi ha permesso di godere a pieno del libro comunque continuerò questa appassionante saga.


BRIGANTI E CAVALIERI: VOTO 5/5
Mi è piaciuto molto.
Bethia mi è piaciuta perchè ha combattuto per salvare suo padre e non si è mai arresa anche se ho trovato un po' irritante la sua voglia di indipendenza anche se alla fine ha capito che Simon non voleva cambiarla.
Mi è spiaciuto per il malinteso avuto col padre da bambina.
Simon mi è piaciuto perchè non ha esitato a credere a Bethia e ad aiutarla. Ho trovato molto divertente che scappasse da Braddersly e che tutti si chiedessero se era malato.
In conclusione mi è piaciuto molto, questa saga diventa sempre più appassionante.


VOTO FINALE
4/5
 
 
Saga De Burgh:
1- Il lupo del Wessex
2- La gorgone e il cavaliere
3- Briganti e cavaliere
4- La strega e il cavaliere
5- La novizia e il cavaliere
6- Reynold De Burgh: Il cavaliere nero
7- L'ultimo cavaliere

Nessun commento:

Posta un commento