domenica 26 ottobre 2014

Recensione: "Giocando a nascondino" di Irene Vanni

Titolo: Giocando a nascondino
Autore: Irene Vanni
Edizione: Delos Digital
Data di uscita: 14/10/2014
Pagine: 85
Prezzo: 1,99€
Formato: E-Book

Trama: Può una storia di sesso che si trascina da anni trasformarsi all'improvviso in qualcosa di più profondo? Legata sin dall'infanzia al fratello acquisito Michael, Rossella porta con sé i ricordi di una storia tormentata e mai sbocciata, forse per orgoglio, forse per il capriccio di quel rocker bello e dannato che entra ed esce dalla sua vita prendendosi solo l'immediato. Un amore mai confessato che si è sempre e solo mascherato di sesso, lasciando dubbi e desideri. Ma forse, ora che sono cresciuti, è arrivato il momento di capire se è davvero quanto vuole anche lui...

RECENSIONE: (SPOILER)
Non mi aspettavo un capolavoro ma di certo qualcosa di buono.
Il 90% del racconto è un lungo ragionamento della protagonista intervallato da flashback senza neanche un dialogo. Poi lei va in un negozietto dove le viene dato un intruglio di erbe e lei decide di chiamare Michael dove scopre che sono l'una innamorato dell'altro ma che erano stati incapaci di dirselo e quindi risolvere i loro problemi senza doverla tirare per le lunghe per anni. E tutto finisce con lui che che le dice che se vuole un bambino lui è d'accordo.
Lui da tutta la colpa a lei per i continui fraintendimenti ma lui ha contribuito un egual maniera.
In conclusione non mi è piaciuto neanche un po'.

VOTO
2/5
 

Nessun commento:

Posta un commento