martedì 21 ottobre 2014

Recensione: "L'ultima concubina" di Catt Ford

Titolo: L'ultima concubina
Autore: Catt Ford
Edizione: Dreamspinner Press
Data di uscita: 21/10/2014
Pagine: 229
Prezzo: 6,99$
Formato: E-Book

Trama: Quando la principessa Lan’xiu, contro la propria volontà, viene consegnata dal fratello come offerta all’harem del generale Hüi Wei, la sua unica domanda è quando il suo segreto sarà scoperto. Non si fa illusioni: quando il generale scoprirà che lei è in realtà un lui, la morte sarà il suo unico futuro, anche se non ha intenzione di arrendersi. Lan’xiu si è vestito da donna per tutta la vita, ma non è fragile. Sa usare una spada come i migliori guerrieri.
Il generale Hüi Wei ha tutto quello che un uomo può desiderare: potere, ricchezza, successo sul campo di battaglia e un harem di concubine. All’inizio guarda Lan’xiu con sospetto, ma si sente stranamente attratto da lei. Quando scopre che la bellissima giovane in realtà è un uomo, la sua prima reazione è quella di estrarre la spada. Piuttosto che sprecare una tale bellezza, decide di godere della sottomissione di Lan’xiu: la principessa accende una passione e un desiderio profondi, che egli non ha mai provato per le altre mogli. Ma gli intrighi di corte, le ambizioni politiche e i dubbi del generale potrebbero essere un ostacolo troppo grande per il loro amore.

RECENSIONE: (SPOILER)
Mi hanno sempre intrigato i romanzi gay storici e quindi non potevo non leggere questo anche se avevo qualche dubbi, invece dopo averlo letto mi sono ricreduta perchè stupendo.
Lan'xiu mi è piaciuta/o (Lan'xiu viene indicato sia con termini maschile che femminili a seconda di chi parla) perchè dimostra un gran coraggio quando viene mandato come concubina sapendo che verrà ucciso quando si scoprirà che è un maschio e anche per andare in guerra a fianco di Hui Wei. Mi è spiaciuto per tutto quello che ha sofferto per colpa del fratellastro.
Hui Wei mi è piaciuto perchè ha accettato di essere innamorato di un maschio e ha fatto tutto il possibile per poter tenere Lan'xiu accanto a se.
Jiang mi ha fatto morire dal ridere quando ha rivelato di sapere che Lan'xiu era un maschio fin dall'inizio e anche Ning è simpatico anche se mi sfugge come faccia ad avere come amante Wen se è un eunuco.
Sono contenta che Ci'an sia morta.
Quello che mi lasciava un po' incerta all'inizio era il fatto che Hui Wei avesse moglie e concubine ma poi si scopre che da dopo l'arrivo di Lan'xiu non ci va più a letto.
Quello che mi ha davvero messo in crisi di questo libro sono i nomi che ogni volta pronunciavo in maniera diversa in particolar modo quello di Hui Wei che ho storpiato in modo atroce.
Mi spiace per Mei Ju ma lo aveva già capito lei stessa che sarebbe finita così.
In conclusione mi è piaciuto tantissimo, molto più di quanto mi aspettassi, e l'ho trovato anche divertente in alcuni punti.
P.S. La biografia dell'autrice alla fine è, non so perchè, in spagnolo.

VOTO
5/5


Nessun commento:

Posta un commento