sabato 1 novembre 2014

Recensione: "Crimson Empire" di QuinRose

Titolo: Crimson Empire - Circumstance to Serve a Noble
Titolo originale: Crimson Empire
Autore storia: QuinRose
Autore disegni: Hazuki Futaba
Edizione: GP Publishing
Numero volumi: 3
Data di uscita: 14/01/2012 - 22/07/2012
Pagine: 178
Prezzo: 5,90€
Formato: Cartaceo (brossura con sovracopertina)

Trama: Sheila è una ragazza di famiglia povera, che viene venduta ad una gilda di assassini, e da loro cresciuta e addestrata, fino a diventare un’abile assassina; Sheila è spesso in contrasto con Curtis Nile, uno dei capi della gilda, e quest’ultimo decide di venderla come guardia del corpo a dei nobili. Sheila si ritrova così al servizio del principe Edward: il prossimo successore al trono, ma proprio per questo frequente vittima di attentati alla sua vita; il principale sospettato di questi attentati è Sir Justin, fratellastro del principe. Se Sir Edward morisse, sarebbe Sir Justin il prossimo successore al trono…

RECENSIONE: (SPOILER)
Dopo quasi un anno di "lo compro" e "no, non lo compro" alla fine ho ceduto e devo dire che non mi ha deluso ma neanche stupito.
La protagonista Sheila mi è piaciuta perchè ligia al dovere ma forse un po' troppo perchè sceglie di restare la guardia del corpo di Sir Edward anzichè sposare subito Sir Justin. Mi sarebbe piaciuto sapere un po' di più sul suo passato.
Devo ancora capire che Sir Edward ci fa o ci è perchè tiene un comportamento parecchio ambiguo e a me sembra crudele e basta.
Sir Justin mi è piaciuto da matti perchè si è fatto avanti per prendersi Sheila nonostante non sia una nobile e anche per aver perdonato il fratello.
Gli altri personaggi sono interessanti ma, nella maggior parte, solo abbozzati non permettendo così al lettore di goderne a pieno.
Trovo i disegni molto belli anche se alcuni personaggi si assomigliano tra loro.
La storia in se è bella, la narrazione anche se intervallata da flashback è seguibile, però si nota che è tratta da un videogame e vedendolo la storia risulterebbe più completa credo.
Unico neo d gusto personale: la mancanza di scene di baci tra Justin e Sheila, per me avrebbero aggiunto quel tocco in più.
In conclusione è bello, non mi sono pentita dell'acquisto, però è senza infamia né lode.


VOTO
3/5

Nessun commento:

Posta un commento