venerdì 14 novembre 2014

Recensione: "Oscuri abissi di desiderio" di Miss Black

Titolo: Oscuri abissi di desiderio
Autore: Miss Black
Pagine: 105
Prezzo: 1,99€
Formato: E-Book

Trama: 1888. L’East End di Londra è ancora stretto nell’incubo di Jack lo Squartatore, ma non è l’unico pericolo da cui una giovane donna debba guardarsi. Elisabeth Currant è cresciuta in una famiglia della media borghesia, ma la morte del padre e i conseguenti problemi economici hanno finito per portarla in una delle terribili strutture per indigenti di Whitechapel. È fuggendo da una situazione disperata che si imbatte in sir Louis Roswell Spencer, che la salva dall’incubo in cambio del suo aiuto. Sta indagando nella morte di una donna uccisa dell’East End da una mano diversa da quella dello Squartatore... una giovane di ottima famiglia, trovata strangolata e vestita come una prostituta. Quale oscuro intreccio di desiderio e follia ha condotto alla sua uccisione? E come potrà Elisabeth sottrarsi al proprio desiderio, che la sta spingendo inesorabilmente tra le braccia di un uomo di una classe sociale diversissima dalla sua e per di più sposato?

RECENSIONE: (SPOILER)
Ero un po' incerta sul leggerlo in quanto il protagonista maschile è sposato.
Liz mi è piaciuta perchè non si è arresa al destino e ha cercato di tirare avanti. Mi è spiaciuto per ciò che le è successo alla workhouse. Non mi è piaciuta neanche un po' la scena dove lei veniva drogata e violentata.
Louis mi è piaciuto per l'aiuto che ha offerto a Liz e anche perchè voleva scoprire cosa è successo all'amica. Non mi è piaciuto che fosse sposato nonostante non sopportasse la moglie e amasse Liz.
In conclusione non è brutto, anche la parte giallo è avvincente, però non è neanche un capolavoro.


VOTO
3/5

Nessun commento:

Posta un commento