lunedì 1 dicembre 2014

Recensione: "Cercando te" di Jennifer Probst

Titolo: Cercando te
Autore: Jennifer Probst
Edizione: Corbaccio
Data di uscita: 16/10/2014
Pagine: 380
Prezzo: 13,90€
Formato: Cartaceo

Trama: Kate ha deciso di rinunciare per sempre all'amore, almeno per quanto riguarda lei personalmente. Ha un dono: è in grado di percepire se tra due persone si può stabilire una relazione sentimentale, un dono che si tramanda in famiglia da generazioni e che non sembra applicarsi a lei stessa. Per questo, Kate ha deciso almeno di sfruttarlo professionalmente e, insieme a due amiche, ha aperto a New York un'agenzia matrimoniale, Kinnection. Ma quando un uomo furibondo fa irruzione nel suo ufficio accusandola di essere una truffatrice, le cose assumono una piega del tutto imprevista: per dimostrare di aver ragione Slade la sfida a trovare un'anima gemella per lui. Irritata dall'atteggiamento, ma decisa ad accogliere la sfida, Kate si butta nella ricerca solo per scoprirsi perdutamente innamorata di questo giovane e avvenente avvocato che minaccia di trascinarla in tribunale...

RECENSIONE: (SPOILER)
Il libricino viola colpisce ancora.
Kate mi è piaciuta tantissimo perchè ci metteva il cuore nella sua agenzia matrimoniale e anche per il coraggio che ha trovato per confessare i suoi sentimenti per Slade. Mi è spiaciuto per quello che ha passato da bambina per colpa della balbuzie.
Slade mi è piaciuto perchè teneva alla sorella (anche se era un po' troppo opprimente in alcuni punti) e anche perchè ha trovato la forza per stare con Kate.
Ho adorato il cagnolino Robert e è molto dolce l'epilogo dal suo punto di vista.
Sono contenta che Jane abbia trovato il suo lieto fine dopo tutto quello che ha passato.
Sono rimasta molto intrigata dal tocco di Kate che le permette di capire se una coppia è perfetta.
Gem mi ha incuriosita e voglio vedere come andrà a finire cin David o se Wolfe si intrometterà.
In conclusione mi è piaciuto tantissimo, molto romantico, e non vedo l'ora di leggere il libro successivo della serie.
Jennifer Probst non mi ha ancora deluso.


VOTO
5/5

Nessun commento:

Posta un commento