lunedì 29 dicembre 2014

Recensione: "Desiderio ribelle" di Julie Garwood

Titolo: Desiderio ribelle
Autore: Julie Garwood
Edizione: Mondadori (Emozioni)
Data di uscita: 01/12/2012
Pagine: 301
Prezzo: 5,90€
Formato: Cartaceo

Trama: Di tutti i duchi inglesi, Jered Marcus Benton, signore di Bradford, è il più ricco, il più bello e… il più arrogante. E di tutte le giovani donne dell’alta società tra le quali può scegliere, ne vuole una soltanto: Caroline Richmond. Lei viene da Boston ed è bellissima, misteriosa e fiera. Affascinata dal potente duca, Caroline resta tuttavia indifferente al suo atteggiamento presuntuoso poiché è determinata a conquistare il suo amore. Lui non si è mai piegato ai desideri di una donna, semmai è il contrario, finché un tragico complotto li unisce contro un comune nemico. Allora l’attrazione che provano l’uno per l’altra farà loro provare un desiderio incontenibile, nato dal pericolo ma destinato a sbocciare nell’amore più grande.

RECENSIONE: (SPOILER)
L'ho preso perchè adoro l'autrice e mi è piaciuto più di quanto avevo pensato.
Caroline mi è piaciuta perchè non si è arresa con il marito finchè non ha ottenuto il suo amore e la sua fiducia e anche per come ha reagito alle minacce che subiva. Mi spiace che sia stata allontanata dal padre da bambina.
Bradford mi è piaciuto per come si è comportato durante il "corteggiamento" (se così lo si può chiamare) di Caroline. Ma non mi è piaciuto che non si fidasse di lei e non le abbia detto subito quello che stava facendo per salvarla.
Mi è piaciuto che il cattivo fosse Franklin ma mi sarebbe piaciuto che questa parte fosse stata un po' più approfondita.
Simpatico Milford e lo zio Milo.
In conclusione mi è piaciuto tantissimo. La Garwood non delude mai.


VOTO
4/5

Nessun commento:

Posta un commento