sabato 13 dicembre 2014

Recensione: "Fiducia cieca" di N. R. Walker

Titolo: Fiducia cieca
Autore: N. R. Walker
Edizione: Triskell
Data di uscita: 20/07/2014
Pagine: 138
Prezzo: 4,49€
Formato: E-Book

Trama: Carter Reece, veterinario, inizia un nuovo lavoro in una nuova città e risponde alla chiamata a domicilio di un cliente molto speciale. Arrogante, lunatico e assolutamente splendido, Isaac Brannigan è cieco da quando ha otto anni. Dopo la morte di Rosie, suo cane guida e sua migliore amica, non riesce a collaborare con il suo nuovo cane, Brady. Carter cercherà quindi di aiutare l’uomo e l’animale nella fase iniziale del loro rapporto. Ma la domanda è: chi conduce chi?

RECENSIONE: (SPOILER)
La trama mi intrigava ma ero un po' frenata dal fatto che fosse il primo libro di una serie ma ho voluto provarci.
Carter mi è piaciuto perchè non dava troppo importanza alla cecità di Isaac trattandolo normalmente e per non essersi arreso con lui. credo che il comportamento di Carte sia stato un po' duro quando Isaac non voleva affezionarsi a Brady visto quanto aveva sofferto dopo la morte di Rosie.
Isaac mi è piaciuto perchè ha affrontato il suo essere diventato cieco senza farsi buttare giù arrivando a diventare un ottimo insegnante in una scuola per ciechi e anche per essere riuscito a lasciarsi andare così da accettare di tenere a Brady. Mi spiace per ciò che ha sofferto per via della cecità e per tutte le perdite affettive subite.
Mi sarebbe piaciuto leggere dei punti di vista di Isaac.
Brady mi è piaciuto tantissimo, un cane per ciechi intelligentissimo che non ha mai abbandonato il suo padrone nel momento del bisogno.
In conclusione mi è piaciuto molto soprattutto per la tematica trattata.


VOTO
4/5

Nessun commento:

Posta un commento