mercoledì 31 dicembre 2014

Recensione: "Hope" di Lisa Worrall

Titolo: Hope
Autore: Lisa Worrall
Edizione: Triskell
Data di uscita: 15/11/2014
Pagine: 202
Prezzo: 4,99€
Formato: E-Book

Trama: Ash Watts ha esattamente la vita che vuole: una fiorente carriera, uno splendido ragazzo e un appartamento con una vista favolosa su Los Angeles. Ma il suo mondo perfetto crolla quando apprende della morte prematura della sua unica sorella. Quando atterra a Freedom, in Alabama, non trova solo una piccola città ad attenderlo, ma anche segreti che potrebbero cambiargli per sempre la vita.
Kaleb Gibson, cowboy nato e cresciuto a Freedom, aveva trovato la sua migliore amica in Annie Watts dal momento in cui era arrivata in città. La sua morte ha lasciato un buco nel suo cuore e, nonostante il fratello di Annie abbia i suoi stessi capelli scuri e i suoi stessi occhi verdi, Kaleb non riesce a perdonarlo per aver trascurato la sorella quando lei aveva bisogno di lui più.
Alcune rivelazioni contenute nel testamento di Annie uniranno Kaleb e Ash in modi che non avrebbero mai immaginato. Sarà in grado Kaleb di rispettare le ultime volontà di Annie senza uccidere il suo amato fratello e senza rivelare un segreto del proprio passato che potrebbe distruggere tutto? E Ash resterà abbastanza a lungo da capire che Freedom potrebbe regalargli una vita ancora più perfetta?

RECENSIONE: (SPOILER)
Temevo mi avrebbe delusa e invece mi è piaciuto tantissimo.
Ash mi è piaciuto perchè quando ha scoperto dell'esistenza di Hope non si è tirato indietro sulle ultime volontà della sorella. Mi spiace moltissimo che non sia riuscito a riallacciare i rapporti con la sorella.
Kaleb mi è piaciuto perchè è riuscito a superare la morte del figlio così da poter andare avanti con Ash e Hope. Non mi è piaciuto quando era arrabbiato con Ash per come si era comportato con la sorella senza sapere cosa era successo realmente. Mi spiace per ciò che ha sofferto per il senso di colpa per la morte del figlio.
Mason non mi è piaciuto perchè ha nascosto le chiamate di Annie al fratello ma si è riabilitato quando li ha difesi dall'accusa di abuso su minore.
Neal non mi è piaciuto neanche un po' e se l'è cavata anche troppo facilmente dopo la denuncia.
In conclusione mi è piaciuto da matti.


VOTO
5/5

Nessun commento:

Posta un commento