giovedì 11 dicembre 2014

Recensione: "Obiettivo pericolos" di Pamela Clare

Titolo: Obiettivo pericoloso
Autore: Pamela Clare
Edizione: Leggereditore
Data di uscita: 20/11/2014
Pagine: 352
Prezzo: 12€
Formato: Cartaceo (brossura)

Trama: Dopo l’assassinio di una giovane ragazza, un uomo misterioso con una giacca di pelle nera si aggira intorno alla scena del crimine. La reporter d’inchiesta Tessa Novak lo tiene d’occhio sospettando di lui... Quell’uomo è Julian Darcangelo, un agente dell’FBI sotto copertura che collabora con la polizia di Denver. Sta seguendo le tracce di un trafficante d’organi e le indagini di Tessa rischiano di far saltare la sua copertura. Perciò vuole che lei le interrompa. Ma nel momento in cui Tessa punta Julian, diventa anche lei un obiettivo: quello dell’assassino. Mentre sono costretti a fidarsi l’uno dell’altra, la loro reciproca attrazione cresce di pari passo con la minaccia di uno spietato assassino che li vuole entrambi morti...

RECENSIONE: (SPOILER)
Aspettavo con ansia di leggerlo e non mi ha deluso.
Tessa ,i è piaciuta perchè non si è arresa con Juliane cercava di fargli capire che non era sempre colpa sua, ha dimostrato un gran coraggio quando era prigioniera di Burien. Non mi è piaciuto questo suo accanimento nel voler scrivere l'articolo mettendosi così in grave pericolo.
Julian mi è piaciuto per la forza dimostrata nel infiltrarsi nel mondo del traffico degli esseri umani ma anche per aver scelto Tessa a quella vita. Mi spiace per ciò che ha passato da bambino col padre magnaccia.
Che la talpa fosse Margaux non lo avrei mai detto anche se mi è stata antipatica fin da subito, però si è rivalutata quando ha liberato Tessa.
Tom è sempre più insopportabile.
In conclusione mi è piaciuto tantissimo, non vedo l'ora di leggere il prossimo.


VOTO
4/5
 
 
Serie I-Team
1- Rischio letale
1.5- Il paradiso non può attendere
2- Obiettivo pericoloso

Nessun commento:

Posta un commento