domenica 14 dicembre 2014

Recensione: "Questione di pratica" di Julie James

Titolo: Questione di pratica
Autore: Julie James
Edizione: Mondadori
Data di uscita: 16/09/2014
Pagine: 280
Prezzo: 9,50€
Formato: Cartaceo (brossura)

Trama: Payton Kendall e J. D. Jameson sono avvocati dello stesso studio. Femminista convinta, Payton ha lottato per avere successo in una professione dominata dagli uomini. Ricco e presuntuoso, J. D. ha fatto del suo meglio per ignorarla. Per otto anni si sono tenuti a distanza finché viene chiesto loro di collaborare a un caso importante. Presto si scoprono pericolosamente attratti l'uno dall'altra, ma non c'è tempo per la passione. O così almeno pensano, mentre la competizione si fa rovente e la battaglia dei sessi ha inizio...

RECENSIONE: (SPOILER)
Preso su consiglio di una amica ma non mi aspettavo un granchè invece mi ha piacevolmente sorpreso.
Payton mi è piaciuta per la sua tenacia e anche per i coraggio di licenziarsi e aprire uno studio con J.D.
J.D. mi è piaciuto perchè ha rinunciato a diventare socio pur di stare con lei e ho trovato molto romantico che fosse innamorato di Payton da otto anni. Non mi è piaciuto che abbia mentito a Ben. Mi è spiaciuto per il suo rapporto con i genitori.
Ho trovato insopportabile Ben con il suo comportamento e ho goduto da matti quando J.D. e Payton gli hanno soffiato il caso Gibson.
Molto divertente i sabotaggi che si fanno come il caffè versato sui vestiti o il tacco segato.
In conclusione mi è piaciuto tantissimo, molto più di quanto mi aspettassi, e credo che leggerò altro di questa autrice.


VOTO
5/5

Nessun commento:

Posta un commento