martedì 27 gennaio 2015

Giornata mondiale della memoria ... per non dimenticare!

 

A essere sincera io non ho mai letto niente sull'olocausto anche se ogni volta che vedo un libro in libreria che lo tratta mi viene voglia di prenderlo per leggerlo ma poi temo di non avere la forza per leggerlo per intero.
Però qualcosa sull'argomento ho letto e visto:

Titolo: Storia delle SS e della Germani nazista
Numero volumi: 3
Autore: André Fatras, Edmond Bergheaud, Pierre Nouaille, Max Clos, Pierre Guillemot,Michel Honorin, Lucien Viéville e Claude-Paul Pajard
Edizione: Edizione Fermi di Ginevra
Data di uscita: 1975
Pagine: 251-248-252
Formato: Cartaceo (copertina rigida)

Trama: Viene alla luce nel 1975 per conto delle edizioni Ferni di Ginevra, stampati per gli "Amici della Storia" questo studio su 3 volumi del famoso Ordine Nero (o più comunemente conosciute come Squadre di Protezione) e della Germania, prima e durante la Seconda Guerra Mondiale. Sono diversi gli autori che portano il lettore nella storia di questi uomini temuti per la loro uniforme nera; il loro sviluppo nasce dopo la presa del potere di A.H. dopo la sconfitta tedesca della prima guerra. Nate come guardia personale di A.H. sotto la direzione di H.H. diverranno un movimento autonomo dentro la Germania, fino alla disfatta finale del loro mondo e della loro presunta invincibilità. Il tutto corredato con molte foto in bianco e nero.
Volume 1 - La Germani dalla sconfitta la Nazismo
Volume 2 -Dalle provocazioni alla guerra
Volume 3 - Il crollo della Germania e dell'idea nazista

Commento: Questa collana si trovava nelle libreria di casa e mi ricordo che quando andavo alle media mi intrigava e un'estate mi misi a leggerla e mi ricordo che fu molto pesante da leggere forse anche per l'età che avevo.

Titolo: Il bambino con il pigiama a righe
Regista: Mark Herman
Produttore: Miramax Films

Data di uscita: 19/12/2008
Durata: 91 min.

Genere: drammatico
Formato: Film


Trama: Berlino, anni Quaranta. Bruno è un bambino di otto anni con grandi occhi chiari e una passione sconfinata per l'avventura, che divora i suoi romanzi e condivide coi compagni di scuola. Il padre di Bruno, ufficiale nazista, viene promosso e trasferito con la famiglia in campagna. La nuova residenza è ubicata a poca distanza da un campo di concentramento in cui si pratica l'eliminazione sistematica degli ebrei. Bruno, costretto ad una noiosa e solitaria cattività dentro il giardino della villa, tutti i giorni cerca di non annoiarsi e un giorno ha un incidente con un'altalena da lui costruita e il suo servo Pavel lo soccorre ma la madre al ritorno lo ringrazia. Un giorno Bruno trova una via di fuga per esplorare il territorio. Oltre il bosco e al di là di una barriera di filo in ferro spinato incontra Shmuel, un bambino ebreo affamato di cibo e di affetto. Sfidando l'autorità materna e l'odio insensato indotto dal padre e dal suo tutore, Bruno intenerirà il suo cuore e supererà le recinzioni del campo, anche a costo di perdere la vita.

Commento: Andai a vedere il film con la scuola proprio per questa giornata e devo dire che mi ha molto impressionato soprattutto il finale, anche se non ho mai trovato il coraggio di leggere il libro.
Ottima l'interpretazione di David Wheeler (Remus Lupin in Harry Potter).

Nessun commento:

Posta un commento