sabato 17 gennaio 2015

Recensione: "Padrona del suo cuore" di Julie Garwood

Titolo: Padrona del suo cuore
Autore: Julie Garwood
Edizione: Euroclub
Data di uscita: 01/10/2008
Pagine: 336
Formato: Cartaceo (copertina rigida con sovracopertina)

Trama: La romantica storia d’amore fra un nobile misterioso e una giovane cresciuta con i pellerossa.
Christina ha lunghi capelli biondi e magnetici occhi pervinca, ma si sente in tutto e per tutto un’indiana.
Indomita e bellissima, è stata adottata da una tribù di Dakota alla morte della madre, che per sfuggire al marito violento era scappata insieme a lei in America.
Ma Christina non è una giovane qualunque: è la legittima erede di un principato e ora sta facendo ritorno in patria, accompagnata da una zia.
In Inghilterra, però, scopre che per entrare in possesso dell’eredità deve essere sposata, altrimenti i suoi beni andranno al padre, il crudele lord Edward.
Sarà l’incontro con l’affascinante marchese di Lyonwood a cambiarle la vita. Non solo per l’attrazione che quell’uomo dal misterioso passato esercita su di lei e per la tempesta di emozioni che le scatena dentro, ma anche perché le chiede di sposarlo.
Stregato dalla bellezza e dallo spirito libero di Christina, infatti, Lyonwood le dona il proprio cuore insegnandole i segreti dell’amore.
Ma il padre di Christina non si darà sconfitto tanto presto e la coppia dovrà agire d’astuzia...

RECENSIONE: (SPOILER)
Ero un po' incerta ma mi sono dovuta ricredere.
Christina mi è piaciuta per come si comportava e anche perchè non era inorridita dalle cicatrici di Lyon. Interessante il fatto che fosse cresciuta tra gli indiani e mi sarebbe piaciuto leggere di più sulla sua infanzia.
Lyon mi è piaciuto perchè non si è mai arreso con Christina ma anche perchè non l'ha respinta per il suo passato. Mi spiace per ciò che ha passato per colpa della prima moglie e del fratello. Mi sarebbe piaciuto leggere dell'incontro tra Lyon e i Dakota.
Zia Patricia è peggio d un vecchio pipistrello e io non le avrei dato niente dell'eredità.
Insipida la parte inerente il vero padre di lei e sul fatto che, anche se indirettamente, c'era lui dietro la morte della moglie ma si capiva fin da subito.
In conclusione mi è piaciuto tantissimo anche perchè l'ho trovato molto divertente come quando lei mette fuori le scarpe di lui per indicargli che avevano divorziato.


VOTO
5/5
 
 
Pagan Series
1- Padrona del suo cuore
2- Il pirata gentiluomo
3- La dote di Sara
4- Spirito ribelle


Nessun commento:

Posta un commento