lunedì 16 febbraio 2015

Recensione: "Recipe" di Yuki Shimizu

Titolo: Recipe
Autore: Yuki Shimizu
Edizione: Kappa Edizioni
Data di uscita: 30/09/2005
Numero di volumi: 1
Pagine: 207
Prezzo: 8,50€
Formato: Cartaceo (brossura con sovracopertina)

Trama: Koh è uno studente dagli istinti ribelli. A occuparsi di lui è Kaiya, per via di un debito di gratitudine con la madre del ragazzo. Nonostante le attenzioni e i pranzetti che diligentemente cucina, però, Kaiya è uno scatenato libertino Il suo obiettivo è quello di trasformare Koh nel suo uomo ideale, e così diventa il suo Pigmalione del sesso, trascinandolo verso la trasgressione più estrema.

RECENSIONE: (SPOILER)
Non lo avevo mai notato prima ma devo dire che non è male.
La storia tra Ko e Kaiya è fatta bene, forse non ben approfondita, ma ampiamente godibile ed essendo la principale ha ampio spazio nel libro. Trovo Ko un po' troppo succube di Kaiya.
La storia tra Yujin e Junichi mi è piaciuta anche se l'ho trovata un po' surreale. Yujin, lo zio di Ko, l'ho trovato un po' antipatico nella storia del nipote visto come si comportava ma qui si è riabilitato un po' con la sua gelosia per Junichi. Forse un po' esagerata la parte di Yujin che sviene per il sesso dopo le ripetute maratone.
L'ultima storia riguarda Renji (ex di Junichi) e Satoshi. Renji è un medico che ha la peculiarità di trovare oggetti smarriti e 18 anni prima aveva trovato Satoshi in fasce e ora il ragazzo è tornato per conoscerlo. Mi è piaciuto che Renji non volesse lasciarlo andare e che Satoshi abbia deciso di restare.
In conclusione ho trovato tutte le storie ben strutturate, forse se le altre due fossero state un po' più lunghe e approfondite sarebbe stato meglio ma anche così sono piacevoli, e trovo molto belli i disegni, è un manga esplicito.
Yuki Shimizu si è fatto notare e leggerò altre sue opere.


VOTO
4/5

Nessun commento:

Posta un commento