mercoledì 4 marzo 2015

Recensione: "Edizione straordinaria" di Michael Murphy

Titolo: Edizione straordinaria
Autore: Michael Murphy
Edizione: Dreamspinner Press
Data di uscita: 03/03/2015
Pagine: 187
Prezzo: 5,99€
Formato: E-Book

Trama: Coleman Young ha sacrificato la sua vita privata per raggiungere il suo obiettivo professionale: diventare il corrispondente principale del suo canale televisivo alla Casa Bianca. Mentre le altre persone della sua età sono sposate, hanno figli e delle vite private, Cole ha solo il suo fedele cane Riley e sta in un armadio solitario, così la sua produttrice assume un organizzatore di incontri per aiutarlo a trovare l’uomo perfetto.
Costretto a un cambiamento radicale – uscire dal lavoro a un orario ragionevole e prepararsi per il suo primo appuntamento – Cole resta scioccato quando entra in casa e trova qualcuno: Marco, lo studente universitario che si occupa delle passeggiate e del cibo di Riley. Peccato che l’organizzatore non gli abbia programmato un appuntamento con quel giovane dolce, premuroso e terribilmente carino: gli avrebbe risparmiato una sfilza di cene disastrose. Ma Cole non sa se Marco sia gay e non è sicuro di come chiederglielo.
Poi scoppia la più sensazionale notizia di cronaca dell’annata politica e Cole ha l’opportunità unica di prendere posizione: questo potrebbe rovinargli la carriera e forse costringerlo a dichiararsi.

RECENSIONE: (SPOILER)
Non mi è piaciuto neanche un po'.
La storia dovrebbe essere incentrata su Cole e Marco ma su d loro che poco e hanno il lieto fine in meno di 10 pagine, per tutto il libro si parla del lavoro di Cole o del fatto che Robert "Bob" Boswell, amico di Cole, essendo gay rischiava di non diventare giudice della corte che è interessante ma francamente qui ha avuto troppo spazio.
Cole mi è piaciuto perchè ha avuto il coraggio di fare coming out in diretta nazionale e ha rincorso Marco quando è scappato.
Marco simpatico ma mi fermo qui perchè su di lui, secondo me, viene detto molto poco, si poteva approfondire.
Ho trovato odiosa e insopportabile Sarah, il capo di Cole, che pretendeva che lui andasse a dagli appuntamenti con uomini e continuava nonostante ogni volta facessero pena o Cole fosse così stanco da addormentarsi al ristorante.
Ho trovato un po' inverosimile l'improvvisa amicizia tra Cole e il presidente americano che arriva a bacchettare il capo di Cole che lo ha sospeso per aver fatto coming out in TV.
In conclusione non mi è piaciuto, mi aspettavo qualcosa di diverso e molto migliore.


VOTO
2/5

Nessun commento:

Posta un commento