giovedì 26 marzo 2015

Recensione: "La signora di Lillesmuele" di Ilan Asmes

Titolo: La signora di Lillesmuele
Autore: Ilan Asmes
Edizione: Baciami Editore
Data di uscita: 03/2015
Pagine: 105
Prezzo: 1,99€
Formato: E-Book

Trama: Kirsten, alla morte del padre, viene eletta Signora del Fiordo di Uphalen e di tutti i villaggi della costa e si trova a dover affrontare subito il primo dovere: decidere cosa fare dell'uomo che è l'autore della morte del padre. Ma Arthmael si rivela essere un normanno giunto fin sulle coste danesi alla ricerca del fratello minore, rapito durante una attacco alle coste dell'Anglia. Tra i due nasce un amore contrastato, che si mescola all'odio e alla provocazione, ma quando finalmente il giovane fratello di Arthmael viene ritrovato e i due possono tornare in patria, Kirsten decide di accmpagnarli per essere sicura che se ne vadano. Giunti sulle coste normanne, Arthmael riesce a prendere Kirsten prigioniera e la tratterà così come lui è stato trattato durante la prigionia. L'amore però è più forte e l'attrazione sessuale talmente prepotente che i due decideranno di tornare in Danimarca e di restare assieme per sempre. Kirsten resterà la Signora di Lillesmuele e Arthmael sarà al suo fianco, godendo della prepotente e disinibita sessualità di una donna fantastica.

RECENSIONE:
Adoro queste ambientazioni.
Kirsten e Arthmael mi sono piaciuto anche se se avessero messo da parte l'orgoglio avrebbero risolto tanti problemi prima.
Da rivedere perchè ci sono dei refusi.
In conclusione mi è piaciuto e credo leggerò altro di questa autrice.


VOTO
5/5

Nessun commento:

Posta un commento