martedì 31 marzo 2015

Recensione: "Nella tana del lupo" di Nora Noir

Titolo: Nella tana del lupo
Autore: Nora Noir
Edizione: Rizzoli
Collana: You feel
Data di uscita: 03/2015
Pagine: 102
Prezzo: 2,49€
Formato: E-Book

Trama: Quando si accende la passione anche il ghiaccio diventa rovente
Noemi è una ricercatrice italiana di Scienze naturali. La sua vita scorre ordinaria e tranquilla tra il lavoro all’università e l’amore non corrisposto per un collega, fino a quando il professore che affianca negli studi le chiede di prendere il suo posto in un progetto di ricerca in Canada: dovrà seguire gli spostamenti dei lupi e studiarne le dinamiche sociali. Noemi, tra mille dubbi e paure, lascia il tepore della famiglia e parte per lo Yukon. Trova ad attenderla Jeff, un rude etologo italoinglese che si rivela un rassicurante ed esperto compagno di avventura. Gli appostamenti nella neve, i lunghi momenti in attesa del branco e le chiacchierate davanti al caminetto abbattono ogni barriera tra Noemi e Jeff, e scocca una scintilla che nessuno dei due aveva previsto. La natura intorno a loro li aiuterà a liberarsi da qualsiasi convenzione, svelando le loro passioni più intime e selvagge. Ma il passato di Jeff non resterà a lungo sepolto sotto la neve…

RECENSIONE: (SPOILER)
L'ho preso soprattutto perchè nel titolo c'era la parola lupo e un po' mi ha deluso.
Di per se la storia non è male, il coraggio dimostrato da Noemi è ammirevole ma è il finale che mi delude insomma lui prima sceglie la moglie (dopo che lei lo ha abbandonato per un anno) e poi quando la moglie se ne va di nuovo torna in Italia per riprendersi Noemi e lei lo perdona dopo che Jeffrey le ha detto che la moglie se ne è andata e dopo che ha letto la sua lettera e la cosa non mi è piaciuta neanche un po' perchè era meglio se Noemi avesse tentennato un po' di più prima di perdonarlo.
In conclusione non mi è piaciuto molto per via del finale.


VOTO
3/5

Nessun commento:

Posta un commento