domenica 19 aprile 2015

Recensione: "Sette giorni" di Cristina Bruni

Titolo: Sette giorni
Autore: Cristina Bruni
Edizione: Triskell
Data di uscita: 13/04/2015
Pagine: 244
Prezzo: 4,99€
Formato: E-Book

Trama: Durante un torneo di golf in Virginia, il giovane Reginald Weston conosce Russell Lee, campione inglese ed ex numero uno del mondo. Tra i due nasce una bella amicizia e l’uomo prende il ragazzo sotto la propria ala, insegnandogli i trucchi del mestiere.Reginald ben presto si innamora di Russell, ufficialmente eterosessuale, pensando che sia ovviamente un sentimento a senso unico. Ma in realtà l’inglese è gay ed ha trascorso gran parte della sua vita soffocando il suo vero io, per non deludere la severa madre.

RECENSIONE: (SPOILER)
Non è che fossi completamente convinta di questo libro ma ho voluto provare lo stesso.
Reginald non mi è piaciuto neanche un po', l'ho trovato un po' patetico e senza spina dorsale. Per prima cosa il suo nome lo trovo tropo antiquato per un ventitreenne dei giorni nostri e secondo poi un po' di amor proprio poteva averlo quando trova il biglietto aereo di Russell e invece di rifiutare visto come si era comportato Russell quando si era dichiarato accetta subito senza esitazioni. E poi imbambolarsi ogni volta che lo vede dopo la seconda volta stufava.
Russell non so inquadrarlo ma avrei gradito molto dei suoi punti di vista per equilibrare la storia.
Molto apprezzato il glossario dei termini golfistici alla fine.
In conclusione come idea non è male ma trovo che la caratterizzazione di Reginald non vada e rovini un po' il tutto.

VOTO
2/5

Nessun commento:

Posta un commento