giovedì 30 aprile 2015

Recensione: "Trask" di Patricia Logan

Titolo: Trask
Autore: Patricia Logan
Edizione: Westburg Publishing
Data di uscita: 22/04/2015
Pagine: 86
Prezzo: 1,52€
Formato: E-Book

Trama: Trask Jacobs non vede l’ora di dimenticare il passato da cui fugge da anni e che l’ha portato a scappare per tutto il paese. Finalmente si lascia i fantasmi alle spalle, deciso a rifarsi una vita, e ottiene un lavoro nella texana Austin come chef all’Invitation Only, un club BDSM nuovo di pacca. Quale sistema migliore che nascondersi in cucina, per essere lasciato in pace?
Di origini russe e dotato di grande bellezza, Valentine Kaporov è un Dom professionista del club, e appena assunto, non tarda a diventarne l’attrazione principale. Quello che nessuno sa di lui è che in passato ha vissuto esperienze tremende, e ha perso l’unica persona che avesse mai amato. Dopo un incontro imprevisto con l’avvenente chef, Valentine comincia a chiedersi se non sia il caso di tornare a vivere. Sarà possibile attirare quello splendido capo-cuoco fuori dalla cucina, fino alla sua sala dei giochi? Trask saprà resistere al fascino dello stallone che vuole ancora una volta metterlo in mostra?

RECENSIONE: (SPOILER)
Questo è il primo libro che leggo di questa autrice e devo dire che non mi ha deluso ma non si è neanche rivelato un capolavoro.
Trask mi è piaciuto perchè è riuscito ad abbandonare il mondo del porno e a realizzarsi professionalmente come chef. Mi spiace per quello che ha passato per via dello stalker.
Valentine mi è piaciuto perchè è andato avanti dopo la morte di Vasili e per aver difeso Trask. Mi spiace per ciò che ha passato in Russia.
Quello che non mi è piaciuto molto è che ho trovato la storia tra Trask e Valentine troppo rapida, l'autrice si sarebbe potuta dilungare un po' di più tra il loro primo appuntamento e l'assalto dello stalker.
In conclusione mi è piaciuto molto e quindi potrei continuare la serie.


VOTO
4/5
 
 
Serie Invitation Only:
1- Red
2- Trask

Nessun commento:

Posta un commento