martedì 16 giugno 2015

Recensione: "Libertà condizionata" di BA Tortuga

Titolo: Libertà condizionata
Autore: BA Tortuga
Edizione: Dreamspinner Press
Data di uscita: 09/06/2015
Pagine: 300
Prezzo: 6,99$
Formato: E-Book

Trama: Si dice che un uomo può sempre tornare a casa. Sage Redding, dopo essere stato in prigione, torna al ranch di famiglia nel nordest del Texas per aiutare il padre malato con i cavalli.
 Adam (Win) Winchester è un agente di contea e il cugino di uno degli uomini rimasti uccisi nell’incidente che ha spedito Sage in prigione per quasi dieci anni. I suoi zii Jim e Teddy sono determinati a farla pagare a Sage e a tutta la famiglia Redding per il loro lutto, ma Win pensa che Sage abbia onorato i suoi debiti e che abbia bisogno di un amico. Forse più che un amico. Anzi, Win ci conta.
 Nessuno nega che Sage sia un ex detenuto andato in prigione per omicidio colposo. A dispetto dell’amore per il padre, Sage è tornato sapendo che le cose sarebbero probabilmente andate male per lui. Forse un uomo può sempre tornare a casa, ma non è detto che riesca a restarci.

RECENSIONE: (SPOILER)
Molto bello, anche se un po' triste.
Sage mi è piaciuto perchè nonostante tutto quello che gli è successo riusciva ad andare avanti e non si faceva piegare. Mi spiace che sia finito in prigione anche perchè non capisco perchè è stato accusato di duplice omicidio quando sono morti in un incendio accidentale e lui dormiva fuori dall'edificio.
Adam o Win mi è piaciuto perchè non reputava Sage colpevole e voleva lui.
Lo zio di Win è un vero e proprio psicopatico e spero che stia dentro.
In conclusione mi è piaciuto molto.

VOTO
5/5

Nessun commento:

Posta un commento