lunedì 22 febbraio 2016

Recensione: "Sogno di una notte di mezzo inverno" di Eli Easton

Titolo: Sogno di una notte di mezzo inverno
Autore: Eli Easton
Edizione: Triskell
Data di uscita: 28/12/2015
Pagine: 123
Prezzo: 3,99€
Formato: E-Book

Trama: Micah è un hippie, nonché il ragazzo più tranquillo del campus. Niente sembra turbarlo. Ma quando, durante una partita al gioco della bottiglia, riceve il bacio più bollente della sua vita da parte di un grazioso biondino, la sua leggendaria calma minaccia di trasformarsi in un ansioso fascio di nervi. 
Certo, Micah ha sempre sospettato di essere bisessuale, ma l’idea di fare la corte a un altro ragazzo non lo ha mai sfiorato, soprattutto quando il suddetto ragazzo sembra più che intenzionato a sottrarsi alle sue attenzioni.
Leo ha due grandi passioni: l’attivismo gay e la recitazione. È sempre concentrato e padrone della situazione e mai e poi mai accetterebbe di uscire con un ragazzo etero. Quando un fatidico giro al gioco della bottiglia lo porta a congiungere le sue labbra con quelle di Micah Springfield – capellone, presidente dei Delta, collezionista seriale di appuntamenti ed etero conclamato –, Leo è determinato a lasciarsi alle spalle l’accaduto il più in fretta possibile, indipendentemente da quanto sensuale sia stato il bacio e da quanto sia forte la sua attrazione per il bell’hippie coi dread. 
Del resto, lui ha problemi ben più pressanti. Il suo progetto di dottorato consiste nel dirigere Sogno di una notte di mezza estate prima delle vacanze di Natale. Ma quando la location scelta per la rappresentazione gli viene negata a pochi giorni dalla prima, il suo mondo minaccia di crollare. Sarà proprio Micah a offrirgli in alternativa il fienile della fattoria dei suoi nelle campagne della Pennsylvania.
Spetterà a Leo decidere se salvare il suo spettacolo o il suo cuore…

RECENSIONE: (SPOILER)
Avendo trovato carino il primo non potevo non leggere il seguito.
Micah mi è piaciuto per come ha colto l'occasione di passare del tempo con Leo dopo che lui lo aveva respinto e per non aver fatto pesare la cosa. Non mi è piaciuto quando però non ha messo subito in chiaro come stavano le cose con Yasmine e poi non mi piacciono i sui capelli, i dread non mi piacciono proprio.
Leo mi è piaciuto perchè anche se aveva detto di voler star lontano da Micah non ci riusciva.
La parte della relazione tra Hellen e Yasmine non mi è piaciuta ma solo perchè ho il genere f/f tra le mi corde.
Mi è piaciuto rileggere di Hank e Sloane.
In conclusione mi è piaciuto molto.


VOTO
4/5
 
 
Serie Scartando Hank:
1- Scartando Hank
2- Sogno di una notte di mezzo inverno

Nessun commento:

Posta un commento