martedì 29 marzo 2016

Recensione: "Andare a casa" di Max Vos

Titolo: Andare a casa
Autore: Max Vos
Edizione: Smashwords Edition
Data di uscita: 02/2016
Pagine:
Prezzo:
3,59€
Formato: E-Book

Trama: Al giornalista Carter Roberts è stato richiesto di intervistare Carl Foltz e Matt Evans per un articolo sulla loro vita, ma quest’incarico non gli piace per niente: vuole solo arrivare, fare quella dannata intervista e andarsene. L’argomento trattato gli fa rivoltare lo stomaco.
Quell'intervista rivela molto di sè così come dei due uomini e, per la prima volta, Carter sa come ci si sente a vivere in una vera casa. Ma soprattutto, non si sarebbe mai aspettato che l'incontro con Carl e Matt avrebbe cambiato il suo modo di pensare - e la sua vita - per sempre.

RECENSIONE: (SPOILER)
Certe volte nelle sintesi bisogna dire cose importanti come il fatto che Carl e Matt non sono semplici amanti ma rispettivamente padre e figlio. Così sapendolo non avrei preso il libro nonostante la relazioni è iniziata quando Matt era ultra ventenne, su insistenza di quest'ultimo e il loro primo rapporto è avvenuto a uno schiuma party e i due non si erano riconosciuti.
L'epilogo dove Carl muore lo si poteva evitare concludendo con Carter che si trasferisce alla fattoria.
In conclusione se si riesce a passare sopra all'incesto padre/figlio non è male. E poi concordo con l'autore quando dice che se le controparti sono maggiorenni, consenzienti e non fanno male a nessuno ognuno è libero di fare e amare chi vuole.

VOTO
2/5


Nessun commento:

Posta un commento