mercoledì 11 maggio 2016

Recensione: "Una scelta impossibile" di Susan Elizabeth Phillips

Titolo: Una scelta impossibile
Autore: Susan Elizabeth Phillips
Edizione: Leggereditore
Data di uscita: 24/03/2016
Pagine: 378
Prezzo: 14,90€
Formato: Cartaceo (copertina rigida con sovracopertina)

Trama: Lucy Jorik, la figlia del primo presidente donna della storia degli Stati Uniti, sta per sposare il signor Irresistibile, Ted Beaudine, uno degli uomini più in vista della cittadina di Wynette, Texas. Un matrimonio che si preannuncia da favola, eppure c'è qualcuno pronto a tutto pur di evitarlo. Meg Koranda, la migliore amica di Lucy, è seriamente decisa a convincere la promessa sposa che, in fondo, se davvero le sembra di vivere in una favola, forse è perché c'è ben poco di reale... Così, dopo essere riuscita a rovinare il giorno più bello della vita della sua migliore amica, odiata da tutta la città e ripudiata dai suoi genitori, a Meg non resta che rifarsi una vita, tagliando una volta per tutte con il passato. Ma non sa che il destino è pronto a giocarle il più imprevedibile degli scherzi: sulla sua strada troverà di nuovo Ted Beaudine. Riuscirà a resistere all'uomo a cui ha rovinato il matrimonio ma che, a quanto pare, non ha alcuna intenzione di fargliela pagare?

RECENSIONE: (SPOILER)
Ho adorato questo libro, peccato che la quarta di copertina non rispecchi molto bene la trama in quanto Meg non scappa da Wynette perchè non ci riesce e Ted un po' propenso a fargliela pagare lo è.
Meg mi è piaciuta perchè nonostante avesse tutta la città contro non si è fatta scoraggiare e non è scappata neanche quando ha potuto. Mi è piaciuta anche perchè non "s'inchinava" davanti a Ted come tutti.
Ted mi è piaciuto dopo che ha capito di amare Meg e ha fatto di tutto per farsi perdonare e riconquistarla, prima era un po' troppo viziato.
Tutte le componenti del comitato di ricostruzione di Wynette sono divertenti soprattutto per come sono passate dell'avercela con Meg a diventare tutte suoi avvocati difensivi.
In conclusione mi è piaciuto tantissimo ma non avevo dubbi. La Phillips è una certezza.


VOTO
5/5
 
 


Nessun commento:

Posta un commento